Il Garante Privacy non conosce l’INL

Pubblicate dal Garante Privacy utilissime FAQ sull’utilizzo dei sistemi di videosorveglianza rispetto al GDPR.

In 7 pagine nonostante riferimenti diretti all’art. 4 dello Statuto dei lavoratori (legge n. 300/1970) il testo non menziona neppure con mero rinvio alle relative pagine del portale web istituzionale l’Ispettorato Nazionale del Lavoro…

Quando la P.A. informa ma rimane inutilmente autoreferenziale…

Questa la Faq n. 9

Il datore di lavoro pubblico o privato può
installare un sistema di videosorveglianza
nelle sedi di lavoro?
Sì, esclusivamente per esigenze organizzative e produttive, per la
sicurezza del lavoro e per la tutela del patrimonio aziendale, nel
rispetto delle altre garanzie previste dalla normativa di settore in
materia di installazione di impianti audiovisivi e altri strumenti di
controllo (art. 4 della l. 300/1970).

Qui le pagine dell’INL

https://www.ispettorato.gov.it/it-it/notizie/Pagine/Nuovi-modelli-videosorveglianza.aspx

https://www.ispettorato.gov.it/it-it/notizie/Pagine/Nuovi-modelli-videosorveglianza.aspx

https://www.ispettorato.gov.it/it-it/strumenti-e-servizi/Modulistica/Pagine/Home-Modulistica.aspx

https://www.ispettorato.gov.it/it-it/strumenti-e-servizi/Modulistica/Pagine/Home-Modulistica.aspx

In allegato il documento del Garante Privacy.

0_garante-privacy-FAQ-Videosorveglianza-aggiornate-reg-ue-2016-679

 

(16)