Il contratto a tempo determinato è attualmente regolamentato dagli artt. 19-29 del D.Lgs.14 settembre 2015, n. 81, che ha abrogato il D.Lgs. 6 settembre 2001, n. 368 (già modificato dal D.L. 20 marzo 2014, n. 34, come convertito dalla legge 16 maggio 2014, n. 78), che costituiva il recepimento della […]

Incertezza nelle causali del contratto a termine


Sul piano previdenziale il ricorso al contratto a termine prevede un incremento dei costi, determinato dall’art. 2, commi 28-29, della legge 28 giugno 2012, n. 92 per la generalità dei contratti subordinati non a tempo indeterminato, che prevede un contributo addizionale, a carico del datore di lavoro per il finanziamento […]

Contributo aggiuntivo per assunzioni a termine


Le nuove restrizioni poste al contratto a tempo determinato, peraltro, possono legittimare una lettura del quadro normativo di riferimento, alla luce dei principi comunitari di cui all’Accordo quadro del 18 marzo 1999 e alla Direttiva n. 1999/70/CE del 28 giugno 1999, tale da escludere se non addirittura vietare l’utilizzo del […]

Limite delle “esigenze stabili e durevoli” nei contratti a termine



Con specifico riferimento alla recidiva, e cioè all’ulteriore incremento sanzionatorio previsto dalla legge n. 145/2018, secondo cui “le maggiorazioni sono raddoppiate ove, nei tre anni precedenti, il datore di lavoro sia stato destinatario di sanzioni amministrative o penali per i medesimi illeciti” (art. 1, comma 445, lett. e), legge n. […]

La recidiva nella maxisanzione contro il sommerso


L’art. 22, comma 1, del D.Lgs. n. 151/2015 ha modificato completamente l’apparato sanzionatorio previsto dall’art. 3, comma 3, del D.L. n. 12/2002, convertito dalla legge n. 73/2002, più volte modificato (da ultimo con il D.L. n. 145/2013, convertito dalla legge n. 9/2014), relativo alla maxisanzione contro il lavoro sommerso (Lettera […]

Determinazione della maxisanzione contro il sommerso


L’art. 174 del D.Lgs. n. 285/1992 (rubricato «Durata della guida degli autoveicoli adibiti al trasporto di persone o di cose») sanziona specificamente le inosservanze da parte dell’impresa, del conducente e del membro dell’equipaggio, alle disposizioni oggi contenute nel Regolamento CE n.561/2006 e già previste dal Regolamento CEE n. 3820/1985 (ora […]

Sanzioni in materia di lavoro in autotrasporto